Quando una banconota si rovina...

Le banconote. Preziose ed a volte fragili. A chi non è mai capitato di ricevere come resto delle banconote danneggiate o con messaggi di vario genere, di averle dimenticate in tasca prima di fare la lavatrice, di strapparle accidentalmente. Ed in questi casi abbiamo irrimediabilmente perso quel denaro? Certo che no. Non sempre almeno. Infatti è possibile sostituirle presso una filiale della Banca d'Italia. Come?


Secondo le direttive della Banca d'Italia una banconota si definisce danneggiata se è sporca, scolorita o macchiata mentre si definisce mutilata quando è mancante di una parte. La parte mancante deve essere inferiore al 50% della banconota o comunque si deve essere in grado di dimostrare che la parte mancante sia stata irrimediabilmente distrutta. In entrambi i casi la sostituzione è possibile qualora i danni indicati siano stati causati accidentalmente. In questi casi la banconota va portata presso una filiale della Banca d'Italia che provvederà, gratuitamente, alla sua immediata sostituzione. La sostituzione non è invece possibile quando il danno è stato causato volotariamente, almeno che non si dimostri la buona fede o se il danno è particolarmente lieve ( come le classiche piccole scritte).

Nel caso in cui la banconota sia stata accidentalmente danneggiata da un dispositivo di macchiatura indelebile (antirapina) la sostituzione sarà comunque possibile, ma verrà applicata una commissione.

Ti è piaciuto questo articolo? Ti è stato utile? Allora perchè non farlo leggere anche ad altre persone? Usa i pulsanti qui sotto per condividerlo. E perchè perdere i nuovi articoli? Iscriviti ai miei feed e li riceverai in anteprima.

Nessun commento:

Posta un commento

i post più visti

Accordi Sottovoce

Translate