Il conto corrente

salvadanaioOggi nessuno tiene più il denaro sotto ad una mattone e tutti hanno un conto corrente, bancario o postale che sia. Il conto corrente è il punto centrale per gestire il denaro, facendo attraverso di esso operazioni di prelievo, deposito, investimento, pagamento utenze, prestiti, investimenti, stipendio e quant’altro.
Con un conto corrente vengono offerti un insieme di servizi sempre più ampio rispetto ai primi conti correnti, che servivano solo come salvadanaio. Oggi gli interessi che gli istituti di credito corrispondono sono veramente irrisori, per cui il conto corrente non è più una forma di investimento ma solo una piattaforma di servizi. Oggi attraverso il rapporto che si ha con gli istituti si possono trasferire somme in tempo reale attraverso i bonifici, pagare bollette, rate di mutui o prestiti, accedere al credito, avere a disposizione carte di credito o bancomat per effettuare pagamenti presso gli esercizi o su internet, accreditare lo stipendio. Chiaramente alla base di tutto vi è il deposito di denaro che la banca gestisce per effettuare tutte le operazioni che vengono compiute (basta pensare a quante volte si preleva presso un sportello automatico o si effettuano pagamenti con carte di credito o debito) e secondo le disposizioni del cliente. Infatti ogni volta che si effettua un’operazione è come se si stesse dando una disposizione: se si preleva con il bancomat è come se si ci recasse presso lo sportello e si compilasse il modulo per il prelievo. Così come se si effettua un pagamento elettronico è come dire alla banca di dare il denaro a quell’esercizio. 
Ogni operazione che viene effettuate viene registrata dall’istituto che gestisce il nostro conto come a credito o a debito, a seconda che venga aggiunto denaro al conto oppure se vengono effettuate spese. Tutte queste operazioni vengono denominate “liste movimenti”, che possono essere consultate si presso lo sportello che presso bancomat o a distanza. Questa lista, riferita ad un determinato periodo di tempo (un mese, tre mesi, un anno) viene poi inviata al cliente, contenete oltre ai movimenti effettuati, anche il conteggio degli interessi maturati, le spese e le commissioni, oltre che il saldo del conto. La verifica dell’estratto conto da parte del cliente è di  fondamentale importanza in quanto attraverso la sua lettura è possibile verificare l’esattezza dei movimenti entrate / uscite e quindi accertare eventuali errori o capire se si è stati vittime di frodi. Vedremo in seguito altre caratteristiche dei conti correnti.

Ti è piaciuto questo articolo? Ti è stato utile? Allora perchè non farlo leggere anche ad altre persone? Usa i pulsanti qui sotto per condividerlo. E perchè perdere i nuovi articoli? Iscriviti ai miei feed e li riceverai in anteprima.

Nessun commento:

Posta un commento

i post più visti

Accordi Sottovoce

Translate