Dare disdetta alle compagnie telefoniche.

telefonoIn quasi tutte le case, negozi, esercizi, magazzini, aziende e tasche, vi è un telefono, fisso o mobile che sia. Possiamo ad un certo punto stancarci della compagnia con cui abbiamo stipulato il contratto, per problemi di vario genere (come questo) oppure decidere di cambiare per offerte, promozioni o sconti che ci fanno propendere per una nuova compagnia telefonica.
Anche in questo settore dal 31.01.2007 ha introdotto novità il famoso decreto Bersani ( D.L.7/2007). IN particolare in questo è stata sancita la libertà libertà dell’utente ( o consumatore che dir si voglia) di recedere o trasferire senza vincoli di tempo, ritardi o spese ingiustificate. Per recedere si intende interrompere definitivamente il contratto senza riattivarlo con altra compagnia, invece trasferire vuol dire interrompere con un operatore telefonico ed attivare il medesimo contratto (ovviamente a tariffe e condizioni diverse) con altro operatore telefonico, ossia la cosiddetta “portabilità”. In questo caso verrà quindi mantenuto il proprio numero telefonico ma con operatore diverso. Oltre che per i servizi di fonia questa procedura potrà essere effettuata anche per linee internet ad alta velocità (ADSL). L’operatore non potrà quindi stabilire penali maggiori di quelle dovute a “spese vive”, che generalmente le compagnie applicano se si recede prima di 12 o 24 mesi, e non possono chiedere un  preavviso superiore a 30 giorni.
A voler essere precisi questi diritti sono sanciti nell’art.art. 1 del decreto Bersani che dice “i contratti per adesione stipulati con operatori di telefonia e di reti televisive e di comunicazione elettronica, indipendentemente dalla tecnologia utilizzata, devono prevedere la facoltà del contraente di recedere dal contratto o di trasferirlo presso altro operatore senza vincoli temporali o ritardi non giustificati da esigenze tecniche e senza spese non giustificate da costi dell’operatore e non possono imporre un obbligo di preavviso superiore a trenta giorni.”
La comunicazione alla compagnia contenente la richiesta di recesso (o disdetta) deve essere inviata a mezzo raccomandata R/C, agli indirizzi che sono indicati di seguito. Per compilare la disdetta potete utilizzare questo modulo 
  • TELECOM ITALIA Servizio Clienti Residenziali Casella Postale 211 - 14100 Asti
  • ATLANET S.p.A., Corso Marconi, 20 - 10125 Torino.
  • ELITEL S.p.A., via Mecenate, 90 - 20138 Milano
  • WIND Telecomunicazioni S.p.A., Casella Postale 14155 - 20140 Milano Baggio
  • Tele2 Italia SpA, Casella Postale 1022 – 88046 San Pietro Lametino (CZ)
  • Telecom Italia Media SpA, Casella Postale 10797 - 00144 Roma Eur
  • Tiscali SpA, Ufficio Gestione Contratti - S.S. 195 Km 2.300 - 09122 Cagliari
  • FastWeb Servizio Clienti - Ufficio Gestione Contratti Casella postale 126 20092 Milano Cinisello Balsamo
  • H3G S.p.A. - Casella postale 133 - Cinecittà Roma
  • VODAFONE / OMNITEL Via Caboto, 15 20094 Corsico (MI)

Ti è piaciuto questo articolo? Ti è stato utile? Allora perchè non farlo leggere anche ad altre persone? Usa i pulsanti qui sotto per condividerlo. E perchè perdere i nuovi articoli? Iscriviti ai miei feed e li riceverai in anteprima.

9 commenti:

  1. Non so se questo ha attinenza con il tuo post, ma posso dire che spesso ti senti proprio reso in giro dalla compagnie, che si impegnano molto per farti sentire debole nei loro confronti. Io Posso fare solo una cosa, e la farò, dare disdetta.

    RispondiElimina
  2. hai ragione, a volte vorresti dare disdetta a tutte, ma poi rimarresti senza internet e telefono

    RispondiElimina
  3. dovremmo unirci tutti noi consumatori e crarci una compagnia

    RispondiElimina
  4. si, ottima idea, però poi uno prenderà il comando e pian piano diventerà come prima

    RispondiElimina
  5. Io ho spedito Raccomandata in data 25 ottobre per recedere entro i 10 giorni da attivazione(il contratto attivato in data 25 ottobre)
    Ho la ricevuta di ritorno con il timbro di "Wind Spa via lorenteggio 257 - Ufficio Posta" , datata 28 ottobre.
    Siamo al 12 novembre e dicono di non aver ricevuto niente...ho detto che questo è un problema loro (se si perdono la posta o fanno finta di perderla non è colpa mia)
    dicono che gli devo spedire la copia della ricevuta di ritorno altrimenti non posso provare niente....ma scusate perchè devo avere io l'onere della prova?! perchè devo fare tremila file alla posta quando per attivare il contratto basta una telefonata?!!!!!
    e soprattutto chi mi dice che poi non si perdano pure questa e mi chiedano di nuovo la fotocopia della ricevuta della fotocopia della prima ricevuta e cosi via?
    come posso almeno difendermi?!

    P.s. evitate Infostrada come la peste!!!!!
    io pensavo che Telecom fosse cosi cosi, ma adesso mi manca davvero tanto...la dsl di infostrada è qualcosa di a dir poco ingiurioso!
    cosa posso fare?!

    RispondiElimina
  6. Dopo averti raccontato cosa mi è successo con Teledue (ora Teletu) e Telecom, avevo chiesto a INfostrada se potevano fare loro l'impianto. Mi hanno detto di si e che il tutto sarebbe stato pronto in 15 giorni (era i 30 agosto). Oggi (12 novembre) non avendo avuta alcuna notizia li chiamo e mi dicono "signore se non vuole avere più il servizio deve fare una raccomandata con la disdetta e pagare 40 € di penale" MA SE NON MI AVETE NEANCHE CERCATO IN DUE MESI. Comunque risolverò non facendo entrare i tecnici qualora si presentassero A mali estremi....

    RispondiElimina
  7. Comunque volevo anche precisare, che la disdetta ha valore dalla data di ricevimento della raccomandata da parte della società, che risulta chiaramente dalla ricevuta di ritorno. Quindi tutto quello che segue quella data è inutile, compresa la fatturazione. Il prendere tempo può servire alla cmpagnia, e dare molto fastidio a te, per tenere occupata la linea, soprattutto se chiedi un rientro in telecom. A presto

    RispondiElimina
  8. ma per quanto riguarda i cellulare?
    io sono tim con tutto compreso + il cellulare+internet...
    mi sta costando troppo sta cosa.
    non si può fare qualcosa?
    anche perché dal secondo anno sale di prezzo di 10 euro il tutto compreso...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La procedura è la medesima. Devi solo verificare eventuali vincoli del contratto da te effettuato (durata, costi, eventuale apparecchio in comodato d'uso, etc)

      Elimina

i post più visti

Accordi Sottovoce

Translate