Polizze malattia e infortunio: altre coperture

ospedaleOltre alla copertura per il rimborso delle spese mediche, già vista la volta scorsa, con l’assicurazione per le malattie si hanno chiaramente anche altri tipi di coperture, che è bene conoscere e che ora spieghiamo brevemente.

Una delle coperture riguarda l’invalidità permanente per malattia. Questo tipo di copertura copra la perdita totale o la diminuzione definitiva della capacità di lavorare, che deriva da una invalidità permanente che deve a sua volta essere conseguenza di una malattia. Per essere coperta dall’assicurazione la malattia si deve manifestare dopo che il contratto assicurativo inizia ad avere effetto ed entro la data di scadenza. Quindi non si deve tenere conto della data in cui si è prodotta l’invalidità permanente, ma la data in cui si è manifestata la malattia che l’ha prodotta. Quindi può anche succedere che l’invalidità si oltre la data di scadenza del contratto, ma la stessa rimane coperta dall’assicurazione perchè la malattia si è manifestata nel corso di validità della copertura assicurativa.

Il massimo della somma da corrispondere come risarcimento è sempre indicato nella polizza, mentre quella che viene effettivamente erogata è calcolata in percentuale sul massimo e correlata anche alla percentuale di invalidità accertata. L’accertamento del grado di invalidità dovrebbe logicamente avvenire a fine malattia, ossia quando l’invalidità stessa si stabilizza, ma generalmente sono imposti dei termini minimi e massimi per effettuare l’accertamento.

Abbiamo poi l’assicurazione di indennità giornaliera per ricovero in casa di cura. In questo caso è previsto un risarcimento, il cui importo è stabilito a monte ed inserito nel contratto, per ogni giorno di ricovero dell’assicurato reso necessario da infortunio o malattia. Questa indennità non è collegata alle spese effettivamente sostenute dall’assicurato per il ricovero, ed è in realtà un risarcimento per i mancati introiti lavorativi dovuti all’impossibilità di svolgere attività lavorativa a causa del ricovero.

Abbiamo poi l’assicurazione Long Term Care (detta anche LTC). Questo tipo di assicurazione copre le spese conseguenti all’impossibilità da parte dell’assicurato di svolgere in autonomia le funzioni della vita quotidiana. IN questo caso non è necessario che l’impossibilità a svolgere le proprie funzioni sia una conseguenza di malattia o infortunio, ma può manifestarsi anche per invecchiamento.

Altra assicurazione è quella contro le gravi malattie, detta Dread desease” o “Critical Illness”. Questa garanzia copre le necessità derivanti da gravi malattie specificamente indicate nel contratto assicurativo, come cancro, ictus, infarto, etc. In questo caso verrà corrisposta una somma già stabilita ed inserita nel contratto. generalmente questa copertura è abbinata alla copertura sulla morte.

Tutti questi tipi di polizze possono essere effettuati dal singolo per se stesso o per la propria famiglia ma anche da una associazione o una azienda a favore dei propri dipendenti.

Ti è piaciuto questo articolo? Ti è stato utile? Allora perchè non farlo leggere anche ad altre persone? Usa i pulsanti qui sotto per condividerlo. E perchè perdere i nuovi articoli? Iscriviti ai miei feed e li riceverai in anteprima.

Nessun commento:

Posta un commento

i post più visti

Accordi Sottovoce

Translate