Ragazzo si taglia il pene

E’ il 29 dicembre 2013, una domenica mattina. Nel sud dell’Inghilterra una donna di 46 anni chiama il 999, il numero di emergenza. E’ appena stata accoltellata dal figlio diciannovenne. Lui è da poco tornato da una festa. Quando i soccorritori arrivano sul posto trovano il ragazzo affacciato alla finestra della camera sanguinante. Infatti anche lui si era ferito. Si, dopo aver accoltellato la madre si è tagliato il pene.

Un ragazzo amabile, dice chi lo conosce. E allora perché è successo?
Il ragazzo era stato ad una festa, come detto, dove aveva assunto droga. Infatti era sotto l’effetto di mefedrone, una droga sintetica relativamente nuova, che ha fatto la sua comparsa sul mercato dopo il 2008 e venduta principalmente attraverso internet.
Conosciuta con vari nomi, come Meow Meow, M Cat o 4MMC, è una sostanza stimolante assimilabile alla cocaina o alla MDMA e, come queste, provoca euforia ma anche paranoia e ansia, con effetti anoressizzanti, simili a quelli delle anfetamine. Viene assunta attraverso l’ingestione o l’inalazione. 
Ha avuto inizialmente un grande successo in quanto non riconosciuta tra le sostanze stupefacenti e quindi reperibile legalmente sul mercato, ed anche perché di prezzo notevolmente inferiore alle sostanze illegali che producono lo stesso effetto. Dopo che alla sua assunzione sono state associate alcune morti la è stata inserite tra le sostanze illegali, ma continua a riscuotere successo tra i giovani, soprattutto in occasione di rave party.
Ed ecco allora che, a prescindere dal tipo di sostanza usata, un tranquillo ed amabile ragazzo si trasforma nell’accoltellatore della madre, ed arriva a evirarsi. Un ragazzo amabile che si trova a casa per le vacanze di Natale, che per qualsiasi motivo permette ad una sostanza chimica di cambiare la sua personalità ponendo in serio pericolo le persone che probabilmente ama di più: sua madre e se stesso.
Ora i due vengono dichiarati fuori pericolo ed in condizioni stabili, ma quante volte l’epilogo è stato diverso? Quante vite sono arrivate al capolinea perché qualcuno ha permesso ad una sostanza di modificare la sua personalità? Quanti incidenti stradali, omicidi o suicidi sono derivati da alcool e droga?
Qualunque sia il loro numero sono sempre troppi e se da un lato il fenomeno va comunque scardinato attraverso un’azione sociale e preventiva, non bisogna comunque tralasciare l’azione repressiva che ogni Stato deve mettere in campo per contrastare il fenomeno. Non bisogna distinguere tra droghe pesanti e droghe leggere, perché tutte a loro modo modificano la percezione della realtà con conseguenze spesso disastrose.

E allora, legalizzare la droga? No grazie 

Ti è piaciuto questo articolo? Ti è stato utile? Allora perchè non farlo leggere anche ad altre persone? Usa i pulsanti qui sotto per condividerlo. E perchè perdere i nuovi articoli? Iscriviti ai miei feed e li riceverai in anteprima.

Nessun commento:

Posta un commento

i post più visti

Accordi Sottovoce

Translate