Carte di credito e bancomat: furto, smarrimento e clonazione

Oramai le banconote si utilizzano sempre meno grazie alla comodità e la sicurezza raggiunta per i pagamenti a mezzo carta di credito e bancomat. Ma le sorprese sono sempre dietro l’angolo e può sempre capitare di subirne il furto o smarrirle. In questo caso la prima cosa da fare è contattare il servizio clienti attraverso i rispettivi numeri verdi (sono indicati alla fine del post) e chiederne l’immediato blocco.
Ci si dovrà poi recare presso un ufficio di polizia e presentare denuncia. Sarebbe molto utile fornire in fase di redazione della denuncia il circuito a cui la carta appartiene ma soprattutto il numero identificativo. Ci si dovrà poi recare presso la filiale della banca e chiedere il duplicato della carta.

Discorso più antipatico è quello della clonazione della carta. Questo può avvenire nei più svariati modi e con tecniche sempre più affinate. Quindi bisogna prestare la massima attenzione quando si preleva denaro dagli sportelli automatici, possibilmente coprendo la tastiera con una mano quando si digita il PIN. Pari attenzione si dovrà utilizzare anche effettuando pagamenti in esercizi commerciali o tramite internet. Inutile dire che il codice PIN non deve essere comunicato a nessuno ma è buona norma ricordarlo dato che nella maggior parte dei casi i dati delle carte vengono acquisiti mediante il famoso “phishing”, ossia quando si risponde ad una mail con al quale vengono richiesti dati sensibili. Questo vuol dire che non abbiamo ancora capito l’importanza di questi dati.
Altrettanto importante è controllare con frequenza regolare l’estratto conto, al fine di verificare eventuali movimenti anomali e bloccare subito la carta prima che il conto venga prosciugato. In alcuni casi sono gli istituti finanziari stesso a contattarci, ma questo avviene solo in casi limite, come continui prelievi dall’estero mentre noi continuiamo ad utilizzare la carta sul territorio nazionale.Se ci accorgiamo che la nostra carta viene utilizzata in modo anomalo è necessario bloccarla immediatamente attraverso il servizio cliente della società emittente. Il servizio ci fornire un codice di blocco che dovrà poi essere consegnato al nostro istituto per il rilascio del duplicato. Ci recheremo quindi presso un ufficio di polizia, preferibilmente muniti di copia dell’estratto conto così da poter indicare con precisione le date, gli importi e le località ove la carta è stata utilizzata. Una volta porta la denuncia, che sarà chiaramente e per il momento a carico di ignoti per il rato di “Utilizzo fraudolento di carte di pagamento”, ne consegneremo copia al nostro istituto di credito sia per ottenere il duplicato della carta, ma soprattutto per ottenere il risarcimento di quanto sottratto. Chiaramente se gli indebiti prelievi saranno stati effettuati per nostra negligenza (come aver lasciato il codice annotato sulla carta, o aver comunicato i dati ad altri) l’istituto non ci risarcirà.
I numeri da contattare sono i seguenti:

  • tutte le carte bancomat: 800822056;

  • CARTASI’ 800151616;

  • VIACARD   0554200444

  • CARTAPOSTAMAT/MAESTRO 800652653

  • CARTA POSTEPAY 800902122

  • CARTA CLARIMA 0234980003

  • CARTA MASTERCARD  800822056

  • BANKAMERICARD 8002071

  • CARTA VISA 80081901467

  • DINERS CLUB  800864064

  • AMERICAN EXPRESS  062900347

Ti è piaciuto questo articolo? Ti è stato utile? Allora perchè non farlo leggere anche ad altre persone? Usa i pulsanti qui sotto per condividerlo. E perchè perdere i nuovi articoli? Iscriviti ai miei feed e li riceverai in anteprima.

Nessun commento:

Posta un commento

i post più visti

Accordi Sottovoce

Translate